Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for gennaio 2008

muffin-pomodoro-secco.jpg 

Ho letto in giro per il mondo che i veri muffin non dovrebbero avere tutte quelle spaccature  e crepe che si formano durante la cottura in forno, ma al contrario dovrebbero essere belli lisci e tondeggianti, cosa che a me proprio non è mai riuscita. Per quanto lasci l’impasto ruvido e granuloso come viene consigliato, per quanto io non mi sia mai e poi mai sognata di usare le fruste per amalgamare gli ingredienti, per quanto il forno sia in temperatura perfetta e regolare a 180 gradi, niente – appena le mie formine vedono il forno il contenuto forma la gobbettina, si inciccionisce, e da-dàn… ecco che puntualmente si formano delle super crepe con irregolare spaccatura centrale. Sai che c’è però…che in realtà io li trovo proprio buoni così, e se non l’avessi appunto letto chissà dove mai mi sarei posta il problema, anzi… e forse in fondo in fondo se un giorno mai mi verranno lisci e tondi ci resterò quasi male. (altro…)

Read Full Post »

risottino-caprino-e-cioccolato.jpg 

Questa ricetta partecipa al Meme Dietetico di Fiordisale, e inizio subito col dire che ho leggermente sforato con le calorie previste -che erano 300 e invece in questa ricetta sono 350- ma c’è una cosa che Fiordisale ha scritto quando ha lanciato questa bella iniziativa e che mi è rimasta in mente più di tutto, e cioè il fatto di riuscire a sfatare il mito che quando si segue un regime ipocalorico si mangiano piatti tutti uguali e un po’ tristi, cercando invece di creare una ricettina per cui gli altri possano pensare “beato te che stai a dieta”. Ecco, questo risotto si basa soprattutto su questa idea, e credo che visti e considerati gli ingredienti, la soddisfazione nel prepararlo e la goduria nell’assaporarlo, le calorie alla fine non siano poi così tante. (altro…)

Read Full Post »

You Make My Day Award

coppa-del-mondo-germania-2006.jpg 

Ho vinto un premio! Sapevo che fosse in giro questa cosa carina si segnalare e premiare tra i propri blog preferiti quelli che consideriamo davvero irrinunciabili, quelli che fanno sì che le nostre giornate siano complete, perchè visitandoli sappiamo di trovarci una nota, un consiglio, un racconto, una foto, qualcosa di superlativo che ci fa star bene. Quello che proprio non sapevo e non mi aspettavo minimamente, era di vincere anche io col mio blog che non ha ancora un mese di vita! e per questo devo ringraziare Sere che dal suo blog sempre curato e attento, mi ha passato il testimone.

Ora tocca a me dare il premio a mia volta ai blog che quotidianamente non posso non visitare. Premetto che spesso nelle mie visite leggo e memorizzo ma commento poco, per cui per qualcuno sarà una vera scoperta. Altri invece sanno bene delle mie attenzioni. Per tutti un enorme ringraziamento per il numero incredibile di visite che ho ricevuto in queste poche settimane (più di duemila-non ho parole), per i commenti che mi avete lasciato perchè davvero mi sarei aspettata di starmente in perfetta solitudine almeno per qualche mese e invece no, e soprattutto per l’ispirazione che regalate e per l’amore, la dedizione e la passione che dimostrate. (altro…)

Read Full Post »

La ricetta piena di bugie

bugie.jpg

Carnevale per me non è una festa molto sentita, non amo le feste in maschera nè i cortei in strada per vedere i carri, e ancor meno il fatto che ogni scherzo vale. Sarà che non ho mai partecipato ad un carnevale storico, quelli proprio tradizionali e curatissimi, tipo quello di Venezia o magari Viareggio. Quelli me li immagino con maschere e costumi bellissimi, e un clima di meraviglia e gioia, e non solo di ilarità e burla, il chè potrebbe esercitare su di me un certo fascino e non il solito rifiuto. Quest’anno però, data una mia recente pace fatta con certi dolciumi e con certi apporti calorici, ho desiderato profondamente provare a fare le bugie in casa, memore di quando da piccola trovavo non ci fosse proprio paragone tra quelle della mamma e quelle del panettiere. (altro…)

Read Full Post »

treuve.jpg 

Capita che di un vino ci si innamori, e capita pure che ci si disinnamori, e io fino a ieri sera di questo vino ero disinnamorata. Poi però è successo che ieri sera per cena ho preparato delle orecchiette con broccoli e salsiccia e dell’indivia belga gratinata al forno, per cui volevo abbinare un bianco profumato non aromatico, secco, di buon corpo e leggermente sapido. Così ho sfruttato appieno l’enorme vantaggio di avere a diposizione l’intero assortimento di un’enoteca ;-), e cercando l’ispirazione tra i miei bianchi, in mezzo ad altre cose che avevo comunque già riassaggiato di recente, toh! mi sono caduti gli occhi sul Treuve di Malvirà che non bevevo proprio da mesi. Mi ricordo che l’ultima volta non mi aveva entusiasmato ma che qualche mia cliente invece me ne ha parlato bene ultimamente. Ero convinta di avere solo il 2004 (che mi aveva fatto disinnamorare) e invece vedo anche una bottiglia sola soletta di 2003 (lui sì che mi aveva fatto innamorare!), per cui porto a casa entrambe e metto in frigo. (altro…)

Read Full Post »

crinkle1.jpg

Io questa ragazza la adoro. E ieri la sua ricetta dei Chocolate crinkle è stata una tentazione davvero troppo forte, ricetta non complicata, nemmeno con tanto burro da vederci il colesterolo dentro, per cui dopo una piccola analisi preventiva degli ingredienti che avevo in casa, ieri sera ho deciso di provarli. Il cioccolato era una tavoletta fondente di Guido Gobino (tanto per cambiare) e l’unica variante che ho apportato (si sa che una variante c’è sempre) è che non avendo a disposizione dell’estratto di vaniglia ci ho grattuggiato mezza scorza di una bellissima arancia non trattata. Stamattina mi sono alzata dieci minuti prima, li ho modellati e piazzati in forno, ma non posso spiegarvi il profumo meraviglioso che ha riempito casa mia. Non credo ci sia modo migliore di iniziare la giornata. (altro…)

Read Full Post »

agnolotti.jpg

Ed ecco che appena entrata in possesso della vecchia Imperia di famiglia, ho voluto dar libero sfogo alla mia creatività, tirando una bellissima pasta all’uovo. Inizialmente non ci eravamo capite, io e lei, qualche cigolio di troppo  e soprattutto una buona dose di maldestrìa. Però un po’ alla volta tutto ha iniziato a filare come doveva, è stato leggermente più laborioso di quanto avessi previsto ma in definitiva divertente e soprattutto soddisfacente. Per il ripieno invece sono un po’ meno orgogliosa, non che avesse dei veri difetti -tipo di consistenza per intenderci- ma perchè per voler far per forza tutto con certi avanzi che languivano in frigorifero, al gusto è risultato un po’ scialbo, sicuramente da rielaborare o meglio ancora da scopiazzare… (altro…)

Read Full Post »

L’Imperia vintage

imperia.jpg

Da piccola avevo il sonno leggero e quand’era festa mi svegliavo sempre piuttosto presto, dal lettino sentivo la mamma già operosa in cucina, e mi veniva voglia di alzarmi  per andare a curiosare. Così sbucavo in cucina col mio pigiama e le pantofoline, e non di rado trovavo il tavolo già interamente ricoperto di gnocchi appena fatti ad esempio, o di tagliatelle o di agnolotti. Mia mamma allora faceva un po’ di posto su quello stesso tavolo e mi dava la colazione, la scodella di latte coi biscotti, e mentre io mangiavo lei riprendeva il lavoro e io con piacere la osservavo. Magari gli gnocchi erano fatti ma ancora da passare nella forchetta, in quel caso potevo anche io partecipare al gioco, dosando la giusta leggerezza del pollice sui rebbi. Magari invece c’era da tirare e ritirare la pasta all’uovo con l’Imperia, ripiegandola tante volte su sè stessa e infarinando un po’ qua e un po’ là, e poi c’era da posizionare le pallottoline di ripieno, richiudere la pasta e tagliare gli agnolotti col tagliapasta dentellato, che per me era la più bella magia al mondo. Ripensandoci mi vengono in mente il profumo preciso della pasta fresca, le mani di mia mamma con le unghie infarinate, i gesti ripetuti quasi rituali, il puf puf del sugo sul fuoco più basso, l’ultimo passaggio della striscia di pasta nella macchina che ne faceva morbide tagliatelle, la mia tazza di latte che finiva e il fondo di briciole dolci raccolto col cucchiaino.

Read Full Post »

Io sono nata a Maggio

blogheader.jpg 

Ecco il Meme dei mesi di nascita. Sono stata nominata prima da Sere e poi da Fiordisale, e le ringrazio entrambe. Si tratta di una sorta di descrizione del carattere delle persone, basato sul mese di nascita, ovvero un’altrenativa all’oroscopo, pescata qui. Ogni tanto di Meme così ne girano, e servono più o meno a raccontare cose proprie che esulano dal tema food&wine, tanto per conoscersi meglio. Non so se sono riuscita a trasmettere molto di me, ma questo è quanto è saltato fuori. Visto che sono già un po’ in ritardo nel postarlo e che avrà già fatto il giro pressochè completo del foodbloggingworld, mi esimo dal nominare altri 12 (dico 12!) partecipanti. La prossima volta sarò più operosa! (altro…)

Read Full Post »

crema-zucca-e-sadano.jpg 

Mi sono beccata l’influenza. Capita così, che tu per anni ed anni non la prendi, passi tutti gli inverni a vedere al tg che mezza Italia si è già messa a letto, a sentire i racconti dei sopravvissuti, e tu a dire cose tipo ‘io non sono molto soggetta….’ , oppure ‘e dire che di freddo ne prendo tutti i giorni’. E poi arriva il giorno in cui non speri altro che ti passi il prima possibile, perchè si sta troppo male.

Fortuna che avevo con me il recentissimo ricordo del Combal, per il resto della mia ultima settimana eno-gastronomica c’è proprio poco da dire, a parte rimettere in agenda una ormai notoria degustazione di vini dolci che di volta in volta si rimanda per un motivo o per un altro (certe cose proprio nascono male e riescono peggio), rimandata appunto per l’ennesima volta, e a parte questa crema/minestra/zuppa, che guarda caso avevo preparato in extremis prima che mi salisse la febbre, e che mi ha tenuto buona compagnia per un po’ di giorni. (altro…)

Read Full Post »

Older Posts »