Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Carne’ Category

menudelgiornomuvara.jpg

Festeggio con gioia il primo compleanno di Trattoria Muvara partecipando a questo meme del ‘menù per la trattoria, 15 euro tutto compreso’. Confesso prima di tutto che mi ci voleva questo post per capire finalmente se Uncle Pigor e Aiuolik la trattoria ce l’avessero davvero oppure no, e mi complimento con loro per la bravura e la costanza che hanno sfoggiato in questo primo anno di web log! L’idea della trattoria è sempre vincente, evoca una cucina facile, un po’ rustica, fatta di ingredienti semplici e un pizzico di saggezza, con prezzo comfort e ottimi ricordi. Benvengano le ricette così, belle e buone, cucinate ad occhio e per niente destrutturate :-) E poi confesso che la formulazione dei menù è una cosa che adoro fare… quando ho ospiti oppure una cena a cui tengo, mi piace proprio mettermi a tavolino (o meglio dire al pc) e comporre la sequenza dei piatti in maniera ragionata, immaginare le ricette e magari documentarmi un po’, curare i nomi delle pietanze come si farebbe per un ristorante e qualche volta anche stampare i menù da mettere in tavola :-) (altro…)

Read Full Post »

tre-in-uno.jpg

L’altro giorno al mercato ho preso un paio di stinchi di maiale che non avevo mai comprato nè cucinato. Non ero in cerca di nulla in particolare e giravo tra una bancarella e l’altra semplicemente impiegando quei cinque minuti di tempo che mi ero presa prima di andare a lavorare. Ho chiesto al signore della macelleria qualche suggerimento su come farli e lui mi ha detto ‘al forno! oppure alla birra, in pentola, come li cucinano in Germania’. Io come al mio solito ho mischiato un po’ le cose e li ho cucinati al vino bianco, poi ci ho piazzato due contorni, uno perchè mi sembrava d’obbligo, l’altro per vera voglia di sperimentare. (altro…)

Read Full Post »

polpettinecrema2.jpg

Per iniziare bene la settimana e visto che siamo ancora nel periodo di carnevale, ho pensato di cucinare delle polpettine, fritte ma morbidissime e soprattutto molto versatili. Infatti sono adatte sia come piatto unico (come nella foto), sia come secondo, oppure -meglio ancora- come finger food per l’aperitivo. L’idea nasce dall’arrosto di tacchino alla senape che cucina mia mamma, che però finisce in un buonissimo trito di erbe aromatiche, ragion per cui la senape si perde abbastanza. Qui invece la si sente molto di più, e dà quel tocco di unicità e speziatura. La crema di melanzane di accompagnamento si potrebbe servire anche da sola con del pane pitta o con crocchette di patate. Non è obbligatoria, e soprattutto la si potrebbe variare in altri mille modi, ma devo dire che nell’insieme il piatto mi è davvero piaciuto. Fortemente consigliato l’abbinamento con un Gewurztraminer altoatesino, di cui magari parliamo domani. (altro…)

Read Full Post »

pollo-giallo.jpg

Si dice in giro che nei foodblog latitino le ricette a base di carne, e mi sa che è proprio vero. Io stessa, a parte la questione ‘bistecca’ o ‘filetto’ che puntualmente si presenta di tanto in tanto come un desiderio inestinguibile e cucinabile solo sulla griglia e per meno di un minuto, ne cucino sempre meno e caso mai la concio in modo che sia talmente mischiata a verdure e sughetti vari, per cui in pratica la riduco a svolgere il compito di sostegno ad altri ingredienti, chiamati a rubare la scena a quello che tradizionalmente dovrebbe essere l’attore protagonista. Ed è capitato così anche a questo petto di pollo, finito in una pentolata di altre cose, altre cose tutte rigorosamente di colore giallo nelle sue più varie declinazioni. (altro…)

Read Full Post »

arrostocortini2.jpg

Ecco….. vediamo un po’ come funziona questo template e iniziamo subito col dire che le mie capacità fotografiche possono evidentemente migliorare. Detto ciò, vi assicuro che nonostante quello che può sembrare, il vino in questione è dotato di un bel colore rubino luminoso e trasparente oltre ad avere un ottimo profumo caratteristico e fruttato. Dovete sapere che quando decido di provare un abbinamento, oppure cucino qualcosa in particolare per cui mi va di avere a tavola il vino giusto, compio prima un’articolata opera di immaginazione, ossia penso a come quel vino dovrebbe essere teoricamente e a come il piatto dovrebbe essere teoricamente e immagino l’abbinamento perfetto. Una volta a tavola di fatto faccio la prova del nove di questa fantasia. Di solito scelgo un vino che non conosco bene oppure che voglio riassaggiare per capirne carattere ed evoluzione. Difficilmente, anzi quasi mai, compio il percorso inverso, ossia assaggio un vino e cerco di cucinarci qualcosa di adatto. (altro…)

Read Full Post »