Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Chiacchiere’ Category

Mi sono presa stamattina un po’ di tempo per leggere bene questo attesissimo articolo uscito oggi su L’espresso, cui già da ieri e per le prossime settimane se non mesi o anni, il mondo dell’enologia e della vitivinicoltura, insieme a quello dei consumatori, della politica, e di chissà quanta altra carta stampata, fa e farà riferimento. L’articolo in sè si vanta di svelare in anticipo gli esiti di un’inchiesta ancora aperta (mi pare l’abbiano battezzata ‘Vendemmia sicura’), con tanto di indispettito commento del Ministro che ci rimane male soprattutto per la fuga di notizie. (altro…)

Annunci

Read Full Post »

menudelgiornomuvara.jpg

Festeggio con gioia il primo compleanno di Trattoria Muvara partecipando a questo meme del ‘menù per la trattoria, 15 euro tutto compreso’. Confesso prima di tutto che mi ci voleva questo post per capire finalmente se Uncle Pigor e Aiuolik la trattoria ce l’avessero davvero oppure no, e mi complimento con loro per la bravura e la costanza che hanno sfoggiato in questo primo anno di web log! L’idea della trattoria è sempre vincente, evoca una cucina facile, un po’ rustica, fatta di ingredienti semplici e un pizzico di saggezza, con prezzo comfort e ottimi ricordi. Benvengano le ricette così, belle e buone, cucinate ad occhio e per niente destrutturate :-) E poi confesso che la formulazione dei menù è una cosa che adoro fare… quando ho ospiti oppure una cena a cui tengo, mi piace proprio mettermi a tavolino (o meglio dire al pc) e comporre la sequenza dei piatti in maniera ragionata, immaginare le ricette e magari documentarmi un po’, curare i nomi delle pietanze come si farebbe per un ristorante e qualche volta anche stampare i menù da mettere in tavola :-) (altro…)

Read Full Post »

 picolitramandolo.jpg

Destino volle ieri mattina che io passassi per la primissima volta dal blog di Mariluna e ci trovassi esattamente quel che stavo cercando. Cercavo infatti l’ispirazione per preparare una cosina da tagliere, per l’abbinamento a una delle nostre degustazioni periodiche, il formaggio c’era, il salame pure, il pane buono preso… serviva giusto una tortina, pensavo ad un dolce ma non avevo chiaro in mente nulla di preciso, quando si sono materializzate queste bellissime tartellette, nè dolci nè salate e strabordanti di gusto e profumo. Il tema della serata dopo il primo approccio della volta scorsa, era di nuovo il Friuli con i suoi vitigni autoctoni, questa volta a bacca bianca. In programma due vini bianchi secchi, Tocai  Friulano 2006 e Malvasia Istriana 2003, seguiti da due bianchi da dessert il Picolit 2005 di Az. Agr. La Tunella e il Ramandolo Docg 2002 di Dario Coos. In mezzo a questi ultimi ci sono finite queste tartellette con gorgonzola, miele e pere Kaiser, così buone da essere già in sè stesse equilibrate, riassunto burroso e perfetto di ingredienti tutti adatti all’abbinamento a grandi vini da dessert.

 brise-singola.jpg (altro…)

Read Full Post »

pastierine-work-in-progress.jpg

Quando io ero piccola il dolce di Pasqua a casa nostra era la colomba, quella di marca, comprata al supermercato – che a me non piaceva, come non mi piaceva il panettone. Negli anni più fortunati c’era anche l’uovo di cioccolato, ma non ho molti ricordi legati a questo; piuttosto ricordo bene che un anno mia mamma ci regalò degli agnellini di marzapane, comprati in pasticceria. Erano quanto di più bello e perfetto potessi ammirare, con il musetto disegnato sorridente, il colore leggermente biondo, il rilievo che simulava la lana, un profumo e un gusto così dolce e buono e mai assaggiato prima, da sembrarmi una vera rivelazione. Mi ricordo che me lo feci durare tanto, credo settimane, sbocconcellandolo solo un pezzetto alla volta, come se mi fosse stato detto che non l’avrei mai più riassaggiato.

Anni dopo mia mamma comprò il grano in erboristeria, lo mise a bagno nell’acqua e disse che visto che l’aveva trovato ci avrebbe fatto la pastiera. Fu la svolta, per me davvero un’illuminazione. Avrò avuto quindici anni  e trovavo questa cosa del grano intero infilato in una crema e a sua volta poi messa in una torta, quanto di più originale ed esotico avessi mai visto. Senza contare che all’epoca, già il fatto che si facesse una torta in casa era proprio un evento foriero di gioia vera, un ‘di più’ estremamente raro ed apprezzabile. (altro…)

Read Full Post »

Una Buona Pasqua!

uova-di-quaglia.jpg 

In questi ultimi giorni sono stata mio malgrado lontana dai fornelli. Bisogna dire che sono stata poco bene, bisognosa di riposo, passività e divano in ogni pausa dal lavoro. Lavoro che invece è stato impietosamente intenso, con corrieri a scaricare scatoloni e scatoloni di vini della nuova annata, tutti in fila uno dietro l’altro, manco a farlo apposta. E anche oggi, tra un fiocco pasquale e l’altro, tra la consegna di un pacco regalo e l’altro, tra un abbinamento e l’altro per i menù di Pasqua dei clienti, non mi sono fatta mancare la mia cinquantina di colli quotidiani da trasferire con sollecitudine in cantina. Tutto bello, molto primaverile ma un tantino laborioso. (altro…)

Read Full Post »

 101.jpg
Ingredienti:
mare mozzafiato
spiaggia di corallo frantumato
temperatura dell’aria 30°
temperatura dell’acqua sempre 30°
campetto da beach volley
canoa a disposizione
lettino sdraio mezzo sole e mezza ombra
frullato di papaya ghiacciato
un paio di libri e tanta voglia di nuotare

Sono tornata da qualche giorno ma ho ancora la testa per aria e ritmi di lavoro molto maldiviani… Pian piano cerco di tornare alla quotidianità, e sto cercando di farlo con la giusta calma, positività e slancio e soprattutto senza rassegnazione. Faccio bene, no? La vancanza è stata foriera di gioiose scoperte in mare, avvistamenti di tartarughe, osservazione di anemoni e pesci pagliaccio, incontri ravvicinati con giovani squaletti di barriera e un’indimenticabile seppur breve nuotata a fianco di una piccola ed elegantissima aquila di mare.

A tavola non sono mancati i piatti di mare e qualche prelibatezza locale piena di curry, ma soprattutto grandi assortimenti di verdure crude e frutta esotica spettacolare. Al pomeriggio era diventato irrinunciabile questo frullato di papaya (ma buonissimo anche quello di banane maldiviane) preparato direttamente sulla spiaggia con il latte di cocco fresco. Praticamente impossibile da riprodurre qui da queste parti, ma se qualcuno ha un’idea su dove reperire del latte di cocco confezionato e possibilmente buono, si faccia avanti coi suggerimenti.

Frullato di papaya

Ingredienti:

2 fette di papaya matura

poco latte di cocco

qualche cubetto di ghiaccio

volendo un po’ di zucchero ma per me no, grazie

Frullare il tutto per un paio di minuti e servire a metà pomeriggio per una rinfrescante merenda in spiaggia. :-)

Read Full Post »

Uvetta prende l’aereo

ombrellone.jpg

immagine by GioMondelli presa dal web

 

Parto per qualche giorno di vacanza in completo relax, niente vini, niente cucina, niente pc. La ricetta prevede solo infradito, libri e pescetti alla griglia.

Buona giornata della lentezza a tutti! Io esagero e faccio un’intera settimana, ciao!!

Read Full Post »

Older Posts »